03
Mar

Ecobonus 2021: serramenti, infissi, schermature, tende

Quando parliamo di risparmio energetico, essenziale per il nostro benessere abitativo e per quello del pianeta, è importante ricordare che è attiva una serie di misure per promuovere l’efficienza energetica nel settore edile.In Gazzetta Ufficiale n.322 del 30.12.2020 è stata pubblicata la Legge di Bilancio 2021, che proroga al 31 dicembre 2021 le detrazioni fiscali per l’efficienza energetica degli edifici (Ecobonus) e le detrazioni fiscali per le ristrutturazioni (Bonus Casa).Queste detrazioni possono essere richieste in relazione alle spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021.Sintetizzando, significa che se nell’arco di questo periodo hai effettuato – o effettuerai – lavori di efficientamento energetico per la tua casa, avrai la possibilità di richiedere delle detrazioni fiscali, inviando la richiesta al sito dell’Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile).Andiamo con ordine e vediamo tutto nel dettaglio.

Che cos’è l’Ecobonus 2021

L’Ecobonus è un’agevolazione fiscale, che consiste in detrazioni Irpef per i soggetti privati e Ires per società o imprese.È prevista nel momento in cui vengono realizzati interventi per il miglioramento dell’efficienza energetica di edifici già esistenti, come la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento attraverso modifiche a pavimentazione, finestre e infissi.In questo caso, rientra anche la sostituzione di vecchi infissi con finestre con vetrocamera, capaci di ridurre la dispersione del calore.Ecco di seguito una lista che sintetizza i principali interventi incentivabili con gli Ecobonus e le relative aliquote detraibili.

  • Aliquota di detrazione al 50%: serramenti e infissi, schermature solari, caldaie a biomassa e caldaie a condensazione classe A;
  • Aliquota di detrazione al 65%: riqualificazione globale dell’edificio, caldaie a condensazione classe A+ con sistema di termoregolazione evoluto, generatori di aria calda a condensazione, pompe di calore, scaldacqua a PDC, coibentazione involucro, collettori solari, generatori ibridi, sistemi di building automation e micro-generatori;
  • Aliquota di detrazione al 70%: interventi su parti comuni dei condomini (coibentazione involucro con superficie interessata > 25% superficie disperdente);
  • Aliquota di detrazione al 75%: interventi su parti comuni dei condomini (coibentazione involucro con superficie interessata > 25% superficie disperdente più qualità media dell’involucro);
  • Aliquota di detrazione al 80%: interventi su parti comuni dei condomini (coibentazione involucro con superficie interessata > 25% superficie disperdente più riduzione 1 classe rischio sismico);
  • Aliquota di detrazione al 85%: interventi su parti comuni dei condomini (coibentazione involucro con superficie interessata > 25% superficie disperdente più riduzione 2 o più classi rischio sismico);
  • Aliquota di detrazione al 90%: bonus facciate (interventi influenti dal punto di vista termico o che interessino l’intonaco per oltre il 10% della superficie disperdente complessiva totale dell’edificio).

Dopo aver visto le aliquote di detrazione fiscale in sintesi, scopriamo più nel dettaglio i vademecum del Dipartimento Unità Efficienza Energetica di ENEA, dedicati alla sostituzione di serramenti e infissi e all’acquisto e alla posa in opera di schermature solari e chiusure oscuranti.

Ecobonus 2021: i vademecum ENEA su serramenti e infissi, schermature solari e chiusure oscuranti

Il Dipartimento Unità Efficienza Energetica di ENEA ha aggiornato e pubblicato dei vademecum per chi intende usufruire delle detrazioni fiscali dell’Ecobonus per abitazioni e condomini.L’aggiornamento è stato fatto per l’entrata in vigore del DM “Requisiti” 6 agosto 2020, che definisce appunto “i requisiti tecnici per l’accesso alle detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici – cd. Ecobonus”.Di questi vademecum aggiornati, fanno parte anche quelli dedicati alla sostituzione di serramenti e infissi, e all’acquisto e posa in opera di schermature solari e chiusure oscuranti.

Vademecum Serramenti e Infissi

In questo caso, è agevolabile la sostituzione di finestre comprensive di infissi, delimitanti il volume riscaldato verso l’esterno o verso vani non riscaldati, che rispettino i requisiti di trasmittanza termica U (W/m2K) richiesti.Le migliorie devono essere effettuate su edifici che, alla data d’inizio dei lavori, siano “esistenti” – ossia accatastati o con richiesta di accatastamento in corso – in regola con il pagamento di eventuali tributi e dotati di “impianto di climatizzazione invernale”.Possono accedere all’agevolazione tutti i contribuenti che:

  • sostengono le spese di riqualificazione energetica;
  • possiedono un diritto reale sulle unità immobiliari costituenti l’edificio.

L’aliquota di detrazione è del 50% delle spese totali sostenute e il limite massimo di detrazione ammissibile è di 60.000 euro per unità immobiliare.Le spese ammissibili per le quali spetta la detrazione fiscale comprendono:

  • coibentazione o sostituzione dei cassonetti nel rispetto dei valori limite delle trasmittanze previsti per le finestre comprensive di infissi;
  • fornitura e posa in opera di una nuova finestra comprensiva di infisso o di una porta d’ingresso;
  • integrazioni e sostituzioni dei componenti vetrati;
  • fornitura e posa in opera di scuri, persiane, avvolgibili e relativi elementi accessori, sostituiti simultaneamente agli infissi (o al solo vetro) oggetto di intervento;
  • prestazioni professionali (ad esempio: produzione della documentazione tecnica necessaria, compreso l’Attestato di Prestazione Energetica).

La documentazione da trasmettere all’Enea è una “Scheda descrittiva dell’intervento” entro 90 giorni dalla data di fine dei lavori o dicollaudo delle opere, esclusivamente attraverso l’apposito sito web relativo all’anno in cui essi sono terminati.

Vademecum schermature solari e chiusure oscuranti

Sono agevolabili l’acquisto e la posa in opera di schermature solari e/o chiusure tecniche mobili oscuranti, montate in modo solidale all’involucro edilizio o ai suoi componenti e installate all’interno, all’esterno o integrate alla superficie vetrata.Anche in questo caso, i miglioramenti devono essere effettuati su edifici che, alla data d’inizio dei lavori, siano “esistenti”, ossia accatastati o con richiesta di accatastamento in corso, e in regola con il pagamento di eventuali tributi.Possono accedere alle agevolazioni tutti i contribuenti che sostengono le spese di riqualificazione energetica e possiedono un diritto reale sulle unità immobiliari costituenti l’edificio.L’aliquota di detrazione è del 50% delle spese totali sostenute e il limite massimo di detrazione ammissibile è di 60.000 euro per unità immobiliare.Le spese ammissibili comprendono:

  • fornitura e posa in opera di schermature solari e/o chiusure oscuranti tecniche;
  • eventuale smontaggio e dismissione di analoghi sistemi preesistenti;
  • fornitura e messa in opera di meccanismi automatici di regolazione e controllo delle schermature;
  • prestazioni professionali (produzione della documentazione tecnica necessaria, direzione dei lavori etc.);
  • opere provvisionali e accessorie.

La documentazione da trasmettere all’Enea è una “Scheda descrittiva dell’intervento” entro 90 giorni dalla data di fine dei lavori o di collaudo delle opere, esclusivamente attraverso l’apposito sito web relativo all’anno in cui essi sono terminati.Ti ricordiamo che, in presenza di impianto di climatizzazione estiva, dovrà essere valutato il risparmio di energia primaria non rinnovabile conseguito con la schermatura solare, mentre in presenza di impianto di climatizzazione invernale, dovrà essere valutato il risparmio di energia primaria non rinnovabile conseguito con le chiusure oscuranti. Insomma, se stai pensando di riqualificare la tua abitazione, attraverso dei lavori o la sostituzione di schermature solari e infissi che apportino efficienza e risparmio energetico, puoi approfittare di queste detrazioni fiscali.

Paolo Zuelli

Categorie

Sunbell

Sunbell è un’azienda italiana, nata nel 1977 dall’intuizione del fondatore Giuseppe Zuelli, leader di settore nella creazione di sistemi di tendaggi all’avanguardia, caratterizzati da una forte fusione tra il mondo della ricerca e quello del design. Tecnologia applicata alla protezione solare e stile made in Italy sono le base di tutti i progetti Sunbell, grazie a un processo produttivo innovativo e in costante aggiornamento.