schermature solari detrazioni fiscali
25
Ott

Schermature solari: detrazioni fiscali e normative vigenti

Se stai pensando di migliorare la coibentazione della tua casa, per sfruttare al massimo il vantaggio di un efficace isolamento termico sia in estate che in inverno, una soluzione valida è l’installazione di schermature solari.

Nate per rinforzare il ruolo degli infissi e per gli edifici dotati di ampie vetrate, le schermature solari garantiscono una migliore resa energetica ed il massimo comfort visivo.

Inoltre, contribuiscono al tuo benessere, filtrando il grado di intensità della luce naturale secondo le tue esigenze.

 

Schermature solari: elementi che ne determinano l’efficacia

 

L’efficacia delle schermature solari è frutto di una composizione di fattori, come il clima, la posizione delle vetrate, l’installazione e la tipologia (interna, esterna o integrata nell’infisso), ma anche i materiali impiegati ed i colori.

 

Assorbanza, riflettanza e trasmittanza

 

Nella scelta delle schermature solari è molto importante tener conto dei valori (sia energetici che luminosi) di assorbanza, riflettanza e trasmittanza.

  • Assorbanza luminosa: quantità di luce assorbita dalla schermatura;
  • Assorbanza energetica: quantità di “calore” (sotto forma di radiazione solare) assorbita dalla schermatura;
  • Riflettanza luminosa: quantità di luce che viene riflessa;
  • Riflettanza energetica: quantità di “calore” riflessa dalla schermatura;
  • Trasmittanza luminosa: intensità della luce che viene trasmessa dalla schermatura.
  • Trasmittanza energetica: quantità di “calore” trasmessa dalla schermatura;.

L’attenzione a queste proprietà ti consentirà di scegliere una schermatura solare efficace nell’ottimizzazione delle prestazioni energetiche della tua casa.

 

Detrazione del 65% per schermature solari

 

Se stai pensando di migliorare l’efficienza energetica di un immobile già esistente, puoi avvalerti delle detrazioni fiscali del 65% per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2017.

Per usufruire delle detrazioni fiscali non basta scegliere una schermatura solare e farla installare.

In effetti, si rende necessario l’acquisto di un prodotto che risponda alla normativa vigente, e che migliori effettivamente la resa energetica dell’abitazione.

 

Come usufruire della detrazione

 

Nell’art. 14 del DL 4 giugno 2013, n. 63 è specificato che le detrazioni fiscali per interventi di efficienza energetica saranno riconosciute per l’acquisto e la posa in opera delle schermature solari – di cui all’allegato M al decreto legislativo 29 dicembre 2006, n. 311 – sostenute dal 1º gennaio 2015 al 31 dicembre 2017, fino a un valore massimo della detrazione di 60.000 euro.

Per ottenere la detrazione, quindi, è necessario che le schermature abbiano determinati requisiti:

  • Devono essere a protezione di una superficie vetrata;
  • Devono essere applicate in modo solidale con l’involucro edilizio e non liberamente montabili e smontabili dall’utente;
  • Possono essere applicate, rispetto alla superficie vetrata, all’interno, all’esterno o integrate;
  • Possono essere in combinazioni con vetrate o autonome (aggettanti), cioè sporgenti rispetto alla parete;
  • Devono essere mobili;
  • Devono essere schermature tecniche;
  • Per le chiusure oscuranti (persiane, veneziane, tapparelle), vengono considerati validi tutti gli orientamenti;
  • Per le schermature non in combinazione con vetrate, vengono escluse quelle con orientamento NORD.

Non possono usufruire dell’agevolazione gli interventi di sostituzione parziale di componenti del prodotto.

 

Detrazione del 65% per schermature solari: quali scegliere

 

La scelta delle schermature oscuranti deve essere ben oculata, per permetterti di usufruire dell’Ecobonus 2017, quindi la soluzione migliore è fare attenzione all’acquisto di prodotti che abbiano i requisiti regolamentari adatti.

Se intendi migliorare la resa energetica ed estetica della tua abitazione, ti consigliamo di puntare sulle tipologie detraibili che rimandando alle norme EN 13561, EN 13659 e EN 13120.

Rientrano in questa categoria:

  • tende da sole;
  • tende a rullo;
  • veneziane;
  • tapparelle;
  • persiane;
  • frangisole;
  • tende plissettate;
  • chiusure tecniche oscuranti;
  • tende tecniche da interno: queste ultime devono essere installate in relazione con la superficie vetrata.

 

Detrazione del 65% per schermature solari: come richiederla

 

Per usufruire della detrazione del 65% dovrai inviare all’ENEA una documentazione contenente la scheda descrittiva dell’intervento (allegato F al “decreto edifici”), esclusivamente attraverso l’apposito sito web relativo all’anno in cui sono terminati i lavori – per il 2017: finanziaria2017.enea.it –  entro i 90 giorni successivi alla loro fine.

Inoltre, dovrai conservare accuratamente:

  • fatture relative alle spese sostenute;
  • ricevuta del bonifico bancario o postale (modalità di pagamento obbligata nel caso di richiedente persona fisica), che rechi chiaramente come causale il riferimento alla legge finanziaria 2007, numero della fattura e relativa data, oltre ai dati del richiedente la detrazione e del beneficiario del bonifico;
  • ricevuta dell’invio effettuato all’ENEA (codice CPID), che costituisce garanzia che la documentazione è stata trasmessa.
  • schede tecniche;
  • originali inviati all’ENEA firmati (dal tecnico e/o dal cliente).

Per saperne di più puoi consultare il vadevecum dell’ENEA per schermature solari.

 

Detrazione del 65% per schermature solari: chi può richiederla

 

La detrazione può essere richiesta, producendo la documentazione precedentemente descritta, dalle seguenti categorie:

  • persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni;
  • i titolari di diritto reale sull’immobile;
  • i condomini, per gli interventi sulle parti comuni condominiali;
  • gli inquilini;
  • coloro che hanno l’immobile in comodato;
  • i contribuenti che conseguono reddito d’impresa;
  • le associazioni tra professionisti;
  • gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.

 

Conclusioni

 

Le detrazioni fiscali attualmente attive non è detto che verranno prorogate anche in futuro, oppure riproposte con condizioni leggermente differenti, questo vuol dire che potresti non avere altre occasioni per effettuare lavori di riqualificazione energetica abbattendo parte dei costi sostenuti.

Consulta con attenzione la normativa vigente ed i vademecum disponibili online, realizzati dagli enti pubblici coinvolti, e verifica le condizioni per usufruirne in modo completo.